Una donna rasata: la storia dirompente della testa rasata femminile

Cordiali saluti.

Questa storia ha più di 5 anni.

Cose Nove anni dopo che Britney Spears si è notoriamente tolta dai capelli, guardiamo indietro al significato mutevole delle donne che si radono la testa, da Giovanna d'Arco a Grace Jones.
  • Screenshot tramite Youtube.

    Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta su A grandi linee .



    I capelli di una donna sono stati a lungo considerati la chiave della sua femminilità e un potente simbolo della sua sessualità. Che siano lunghi, corti, naturali, intrecciati o tinti, viene data molta enfasi ai capelli di una donna. Per questo motivo, l'immagine di una testa rasata indica una certa defemminizzazione ed è ancora uno sguardo con il potere di scioccare.



    Una testa calva è un aspetto antico quanto la storia stessa, dai regimi di bellezza tolemaici alle tradizioni funerarie indù. Il simbolo di una testa rasata ha significato devozione, ribellione e persino, a volte, un segno di rottura mentale. Le donne si sono rasate la testa per comodità, per rimanere pulite e come atto di pentimento. Mentre la funzione di un buzzcut varia ampiamente, l'effetto è potente: una testa calva sovverte quella che è diventata un'idea tradizionale e patriarcale di come dovrebbe apparire una donna.

    come conservare la cocaina

    Dall'antichità al medioevo: i carini, i pii e i puniti

    La prima istanza registrata di una testa rasata è radicata nell'antico Egitto, dove uomini e donne si rasavano la testa per combattere il caldo e rimanere puliti. Pinzette, coltelli e rasoi sono stati dissotterrati in le tombe delle donne egiziane , indicando che il processo di rimozione dei peli era un compito arduo ma prioritario.



    Salta avanti di qualche secolo fino al tardo medioevo e al primo periodo coloniale: quando gli sconvolgimenti nella chiesa cattolica, carestia diffusa , e lo scoppio del Piaga bubbonica cedette il passo a conflitti violenti, condizioni di vita sporche e metodi di punizione disumani. Una delle icone più note dell'epoca è la giovane e inesorabile ribelle francese, Santa Giovanna d'Arco, che ha tenuto i capelli tagliati e indossava abiti da uomo per evitare le avance sessuali degli uomini durante la sua carriera militare. Alla fine, fu condannata a morte nel 1431, dopo essere stata condannata per eresia per travestimento a soli vent'anni. I carnefici le hanno rasato la testa con la forza e l'hanno bruciata, non una ma tre volte, sul rogo.

    Annuncio pubblicitario

    Un'altra giovane santa febbricitante, Santa Rosa da Lima, si è rasata la testa quando è iniziata la sua bellezza attrarre corteggiatori . In penitenza a Dio, si torturava in vari modi: il digiuno; frustandosi; indossare un corona di spine con 99 barbe , che ruotava regolarmente «in modo che tutte le parti del suo cuoio capelluto rimanessero perennemente ferite»; e spalmandole il viso di pepe per scacciare potenziali corteggiatori. Morì poco più che trentenne, presumibilmente perché il suo corpo era indebolito dagli abusi e dalle torture abituali che si infliggeva, single ma devota alla sua causa.

    Santa Rosa da Lima con Gesù Bambino. Immagine tramite Wikipedia.



    Adolescenti e Tondue

    L'era progressista ha visto notevoli cambiamenti negli ambienti urbani dopo che la rivoluzione industriale ha lasciato il posto a rapida espansione della popolazione urbana , cui corrispondeva un aumento della povertà e dello squallore. La disoccupazione ha messo molte giovani donne in strada per lavoro o altro, rendendole candidate perfette per la conversione religiosa. Una di queste donne era Annie Sigalove, che nel 1890 fu strappata dalla pista da ballo di un club di Coney Island e presa in custodia dalle suore episcopali. Contro la sua volontà, Sigalove è stata iscritta alla Casa della Misericordia a Inwood, un riformatorio per 'donne cadute', dove prostitute, ballerine di club e adolescenti ribelli sono stati tenuti sotto chiave allo stesso modo con l'obiettivo di convertirli in donne rispettabili .

    Secondo documenti storici , le condizioni della casa erano deplorevoli e le suore cominciarono a radersi le ragazze. teste quando si comportano male. A causa di ciò, Sigalove ha presentato un reclamo e divenne il centro di una notizia scandalosa. 'Troviamo che alle ragazze non piace perdere i capelli', una delle suore ha detto a un giornalista , 'e che la paura di vederla tagliata tende a renderli più obbedienti.' La casa fu chiusa negli anni '30 e demolita poco dopo.

    Scopriamo che alle ragazze non piace perdere i capelli e che la paura di vederseli tagliati tende a renderle più obbedienti.

    come vendere dischi in vinile

    L'atto drammatico di radere l'intera testa di una donna l'ha costretta a indossare fisicamente la sua contrizione in un modo che era altamente visibile, contrassegnandola come Hester Prynne, una donna al di fuori della società. Non era solo una punizione religiosa: dopo la seconda guerra mondiale, ad esempio, le donne francesi accusate di andare a letto con i soldati tedeschi furono pubblicamente umiliate da avere la testa rasata . (È interessante notare che molti dei loro pubblici ministeri erano essi stessi collaboratori tedeschi, sperando di distrarre dai propri crimini.)

    ' Le donne tosate ,' o 'le donne tosate', sono state fatte sfilare per le strade calve e spogliate con svastiche dipinte sul petto e sulla fronte, spesso con il proprio rossetto. Alcuni 20.000 donne sono stati segnalati per aver commesso ' collaborazione orizzontale ' e sono stati tosati di conseguenza. Purtroppo, ciò che è assente da questi rapporti è se queste donne abbiano acconsentito o meno ai loro crimini, il che significa che molte donne potrebbero essere state punite e svergognate per i loro stessi stupri.

    Donne francesi accusate di collaborazione. Immagine tramite Wikipedia.

    audace e calvo

    Durante il Women's Lib e oltre, l'aspetto di una testa rasata venne associato al controllo e non conformità , mentre le donne iniziavano a ronzare la testa da sole, non tanto per lealtà a un patriarca divino, ma per destabilizzare le nozioni di femminilità tradizionale e abbracciare nozioni radicali di performance di genere.

    Entra in Grace Jones, l'inimitabile icona pop degli anni '80 che ha presentato un personaggio potente e di genere che trascende le norme sociali e i confini estetici. Nelle sue memorie, intitolate 'Non scriverò mai le mie memorie' ', Jones dice del suo aspetto, 'La mia testa rasata mi ha fatto sembrare più astratto, meno legato a una razza, un sesso o una tribù specifici. Ero nero, ma non nero; donna, ma non donna; americano, ma giamaicano; Africano, ma fantascienza». Continua dicendo che radersi la testa porta direttamente al suo primo orgasmo. Com'è questo per il potere erotico?

    La mia testa rasata mi faceva sembrare più astratto, meno legato a una specifica razza, sesso o tribù.

    Una star altrettanto dinamica e controversa, Sinead O'Connor, si è rasata la testa dopo che i dirigenti del disco volevano che assumesse un aspetto più morbido e sensuale indossando gonne più corte e tenendo i capelli lunghi. Lei rifiutò e andò direttamente dal barbiere per farsi togliere il resto dei capelli. O'Connor è citato come dicendo che intendeva rinunciare alla fantasia maschile, dicendo che ' era pericoloso essere una femmina ' nell'industria musicale dominata dagli uomini era entrata alla tenera età di diciassette anni.

    Grace Jones allo Studio 54. Immagine via Flickr.

    Sono Britney, puttana

    Forse l'immagine più riconoscibile di una donna con la testa rasata nella storia recente è quella di Britney Spears durante il suo famoso crollo del 2007.

    colonne sonore country di donkey kong

    Dopo settimane di comportamento bizzarro, la Spears si è recata in un salone locale a Tarzana, in California, con una scia di melma di paparazzi dietro di lei, dove ha chiesto di farsi rasare la testa. La proprietaria, Esther Tognozzi di Esther's Haircutting Studio, rifiutato , suggerendo che la Spears stava vivendo un 'momento ormonale'. Secondo a un testimone oculare, Spears è stato sentito dire: 'Non voglio che nessuno mi tocchi. Sono stanca che tutti mi tocchino', mentre lei prendeva il controllo delle forbici e ronzava senza emozione con tutta la testa.

    Annuncio pubblicitario

    Vale la pena notare che fino a quel momento, Spears' la relazione più lunga era stata quella tra lei e il pubblico; cresciuta dalla Disney e preparata per la celebrità sessuale, era probabilmente pronta a scattare.

    Più tardi nel fine settimana, dopo aver fatto un tatuaggio e fisicamente aggredire il furgone di un fotografo con un ombrello , Spears si è prenotata in una struttura di cura, citando l'esaurimento. Le ciocche dei suoi capelli spazzate dal pavimento del salone in seguito sono apparse su Ebay e presumibilmente sono state raggiunte $ 1 milione in offerte prima che l'asta fosse rimossa. A dopo rapporto ha annunciato che la Spears si è tagliata i capelli per evitare un test antidroga, ma questa affermazione è stata contestata.

    Immagine tramite il New York Daily News.

    La Calva Verità

    Nel corso della storia e in tutto il mondo, le donne si sono separate i capelli per vari motivi. La purificazione religiosa per mezzo di un buzzcut ha permesso ai giovani santi di trascendere un mondo di tentazioni mentre quella stessa pettinatura costringeva a scrutare le donne che si comportavano male e venivano penalizzate. La sessualità di una donna è spesso vista come una forza minacciosa e si pensa che rimuoverle i capelli ne neutralizzi la potenza. In risposta, molte donne si radono la testa come una dichiarazione di potere, rivendicando il controllo sui propri corpi e celebrando il diritto di esprimersi come preferiscono.

    Articoli Interessanti