La storia estremamente razzista del Monte Rushmore

Identità In seguito al crescente movimento per abbattere le statue confederate negli Stati Uniti, i media di destra hanno chiesto retoricamente se il Monte Rushmore sarà il prossimo. Ma dato che la sua storia è profondamente intrecciata con la supremazia bianca, è una domanda così assurda?

  • Foto tramite l'utente di Flickr Craig Bennett

    Non possiamo cancellare la sordida storia dell'America, ma possiamo almeno abbattere i monumenti che la glorificano. Sulla scia del recente raduno dei suprematisti bianchi a Charlottesville contro la rimozione di una statua di Robert E. Lee, i monumenti confederati stanno crollando in tutto il paese. manifestanti in Durham, Carolina del Nord rovesciato una statua eretta dalle Figlie Unite della Confederazione nel 1924. Il sindaco di Baltimora aveva le statue confederate della città rimosso sotto il manto della notte. E ieri, il candidato governatore della Georgia Stacey Abrams ha chiesto che la scultura in bassorilievo di 90 piedi di tre generali confederati venga fatta saltare dalla parete di Stone Mountain.

    'E' il 2017 e ora è il momento per noi di discutere sulla rimozione delle ultime vestigia di quel tipo di odio e di quel tipo di vetriolo verso le comunità minoritarie in Georgia', ha detto Abrams notizie locali .



    In risposta a chiamate come quella di Adams, i siti di destra hanno iniziato a chiedere retoricamente: 'Cosa succederà dopo, facendo esplodere il Monte Rushmore?' Ma data la storia razzista che condividono sia Stone Mountain che Mount Rushmore, c'è qualcosa di più in questa domanda del solo allarmismo?



    Leggi di più: 60 manifestanti si consegnano per aver rovesciato un monumento confederato

    Cominciamo con una nota minore: il Monte Rushmore non è nemmeno finito. Il monumento era originariamente destinato a mostrare quattro presidenti - Washington, Jefferson, Theodore Roosevelt e Lincoln - dalla vita in su, oltre a una grande rappresentazione dell'acquisto della Louisiana, facsimili giganti della Dichiarazione di Indipendenza, della Costituzione e un segreto stanza dietro la testa di Lincoln. Ma la costruzione si fermò nel 1941, poco dopo la morte dello scultore originale, e così com'è oggi, a Lincoln manca ancora un orecchio. Le rocce che giacciono sotto l'intaglio? Quelle non sono presenti in natura; sono le macerie della roccia spazzate via con la dinamite.



    Cosa molto più importante, il Monte Rushmore è monumentale solo nella sua arroganza e nel razzismo profondamente radicato. Innumerevoli fumetti, film e programmi televisivi hanno rappresentato megalomani che scolpiscono la propria faccia sul monte Rushmore , lasciando scivolare l'originale megalomania e razzismo. C'è qualcosa di così americano nel guardare l'enormità della natura—al rock vecchio di milioni di anni—e pensare: 'Sapete di cosa ha bisogno? Ragazzi bianchi».

    Il monte Rushmore e la Stone Mountain della Georgia, i cui funzionari negato una richiesta ai membri del Ku Klux Klan di bruciare una croce lì lunedì, condividere un passato comune: entrambi sono costruiti su terreni sequestrati illegalmente ai popoli indigeni, ed entrambi sono stati ideati dallo stesso artista razzista: Gutzon Borglum. Borglum credeva che un paese grande come l'America richiedesse la propria arte unicamente americana. '[A]rt in America dovrebbe essere americano, tratto da fonti americane, commemorando il successo americano', ha scritto in un articolo del 1908 in Il lavoro del mondo .

    Borglum fu contattato per la prima volta da Helen Plane, membro delle United Daughters of the Confederacy, per scolpire un Robert E. Lee di 70 piedi su Stone Mountain. L'aereo voleva che Lee fosse circondata dal KKK perché credeva che il KKK avesse ' ci ha salvati dalla dominazione dei negri e dalla regola dei sacchi da tappeto ', come scrisse a Borglum nel 1915. L'unica obiezione di Borglum al suo piano era che 70 piedi non erano abbastanza grandi per onorare Lee adeguatamente. Le disse che sarebbe stato come ' un francobollo sul lato di un fienile. ' Il disegno finale era più alto di 20 piedi e raffigurava Lee, Jefferson Davis e Stonewall Jackson a cavallo. Ora sembra più un pezzo di carta di formato legale sul lato di un fienile. O come un trio di razzisti sul fianco di una montagna.



    ','codice_errore':'UNCAUGHT_IFRAMELY_EXCEPTION','testo':''}'>

    All'inizio della costruzione, Borglum si allineò con il Klan, in particolare con Grand Dragon D.C. Stephenson. Le due lettere scambiate su Superiorità morale nordica . (Stephenson sarebbe poi stato condannato per lo stupro e l'omicidio di Madge Oberholtzer .) Tuttavia, i litigi interni al Klan hanno portato Borglum ad essere cacciato dal progetto Stone Mountain. Successivamente, distrusse tutti i suoi modelli del monumento. Borglum non era nemmeno un fan del suo sostituto, Henry Augustus Lukeman. «Ogni uomo capace in America lo ha rifiutato e, grazie a Dio, ogni cristiano. Hanno un ebreo,' lui disse .

    Fu dopo questo che Borglum fu contattato da Doane Robinson, lo storico statale del South Dakota. Robinson voleva creare un'attrazione turistica che allontanasse i bifolchi dall'autostrada. Voleva scolpire statue intere di icone del West americano dagli Needles, una meraviglia geologica (e un sito sacro alla nazione Sioux) nelle Black Hills. Ma il granito degli Needles era povero, quindi il sito della scultura fu trasferito sulla montagna che era stata conosciuta come Mount Rushmore solo per 40 dei suoi due miliardi di anni di esistenza.

    La regione delle Black Hills è stata designata ' inadatto alla civiltà ,' e 'Paese indiano permanente' nel 1850. Ma quando il generale Custer perlustrò la zona e riferì che i suoi uomini avevano scoperto l'oro, i bianchi si precipitarono. Il presidente Grant ordinò segretamente all'esercito di non proteggere i residenti nativi e i cacciatori di taglie iniziarono a radunarsi fino a 300 dollari per ogni indiano ucciso. I Sioux furono sfrattati con la forza dalla loro terra e la montagna precedentemente nota come Sei nonni prese il nome dal primo uomo bianco a manifestare interesse per essa. Nel 1884, l'avvocato di New York City Charles E. Rushmore chiese alla sua guida come si chiamavano Six Grandfathers. La sua guida rispose: ' Non ho mai avuto un nome, ma d'ora in poi lo chiameremo Rushmore .'

    Sei nonni erano sacri ai Lakota Sioux. La montagna Fu chiamato dopo gli spiriti ancestrali che arrivarono in una visione allo stregone Lakota Black Elk, e qualsiasi costruzione su quella terra sarebbe stata un insulto.

    Per altre storie come questa, iscriviti alla nostra newsletter

    Borglum ha scelto i suoi quattro presidenti in base al loro ruolo in Manifest Destiny. Robinson aveva originariamente voluto statue giganti di Lewis e Clark, Red Cloud e Custer. Ma Borglum sentiva che solo i presidenti americani erano degni di incombere sulle pianure del South Dakota come quattro Galactus. Nello specifico, voleva quattro uomini che riteneva fossero determinanti in espandere e preservare i confini dell'America : Washington per aver avviato le cose, Jefferson per l'acquisto della Louisiana, Roosevelt per il Canale di Panama e Lincoln per aver preservato l'Unione.

    Naturalmente, il governo degli Stati Uniti ha una lunga storia di violazioni dei trattati con le popolazioni indigene. Ma le Colline Nere sono speciali nella misura in cui la Corte Suprema ha effettivamente convenuto che la terra è stata presa illegalmente in Stati Uniti contro Sioux Nation of Indians . La Corte ha stabilito nel 1980 che gli Stati Uniti dovevano alla Nazione Sioux il prezzo del 1877 per la terra, insieme a 100 anni di interessi. I Sioux hanno rifiutato l'accordo in contanti perché vogliono ancora indietro la terra.

    In verità, non spetta a me in quanto americano dire cosa dovrebbe accadere a Six Grandfathers. Non è la nostra terra sacra da distruggere perché non è mai stata nostra su cui costruire.

    Ma Stone Mountain deve andarsene.

    Articoli Interessanti